Grazie al contributo degli associati di Apindustria Confapi Brescia è stato possibile tracciare un’analisi relativa ai modelli di leadership maggiormente impiegati nelle imprese associate. Una survey utile non solo per scattare un’istantanea della condizione attuale, ma anche per consentire riflessioni future per intervenire con azioni volte a modificare o ad ottimizzare i sistemi impiegati.

I risultati e la metodologia

Dalla griglia riassuntiva punteggi (Griglia di Leadership), costruita sulla base delle singole risposte forniteci dal campione di convenienza, emerge il seguente score:

Per la colonna “PERSONE” rappresentante la coordinata verticale (Y) lo score è pari a 6.95

Per la colonna “COMPITO’” rappresentante la coordinata orizzontale (X) lo score è di 7.03

Come tutti i modelli teorici che tracciano il profilo di una persona, la Griglia di Leadership, pur permettendo di porre due opzioni in competizione tra loro (X contro Y), manca invero della possibilità di considerare altri fattori inerenti il contesto lavorativo, il clima e la sua cultura, oltre che specifiche situazioni contingenti che necessiterebbero di più adeguate ed approfondite interviste vis-à-vis con i partecipanti all’indagine. Ad ogni buon conto, l’utilizzo della Managerial Grid come modalità di analisi di Leadership resta uno strumento efficace per:

  • misurare l’iniziativa del leader e valutare il processo decisionale adottato,
  • la capacità di risoluzione dei conflitti aziendali e di dialettica (intesa come comunicazione/confronto di idee, opinioni e scelte);
  • la sua abilità di inchiesta (raccolta di informazioni);
  • il suo autocontrollo nel reagire ai problemi o ai fallimenti, dimostrando così resilienza.

Nello specifico della Survey proposta, quanto emerso dallo studio effettuato su una platea eterogenea (manager, liberi professionisti, dirigenti d’impresa, etc.) delinea un contesto di stile di leadership che si colloca in un’ideale incontro fra 2 stili di leadership coerenti fra loro e cioè:

  • Stile “a metà strada-moderato” (Middle-of-the-Road leadership) con uno score (5,5)  – Direzione basata sulla mediazione che dimostra che si possono ottenere risultati soddisfacenti conciliando le necessità della produzione con le esigenze delle persone.  Un’adeguata performance organizzativa è raggiungibile attraverso il bilanciamento della necessità di eseguire il lavoro (attenzione alla “produttività”) mantenendo alti sia il morale che la motivazione dei collaboratori (attenzione alle “persone”).
  • Stile team (Team leadership) con uno score (9,9) Direzione centrata sul lavoro di gruppo in cui il conseguimento degli obiettivi è dovuto all’impegno delle persone coinvolte. In questo caso, il leader dimostra unelevato interesse alla “produttività” come ai collaboratori (“persone”), mentre gli obiettivi comuni e condivisi generano un clima di fiducia, rispetto e di cooperazione reciproca nell’attività aziendale. Secondo gli ideatori della Managerial Grid questo stile rappresenterebbe la soluzione ottimale, in quanto i collaboratori così coinvolti hanno anche chiari gli obiettivi e le loro esigenze tendono a collimare con quelle dell’azienda.

Pur consapevoli che non esiste uno stile di leadership che possa essere buono in tutte le situazioni, l’adozione del Test di Autovalutazione con la Managerial Grid permette di comprendere meglio quale sia il proprio approccio naturale e, se necessario, migliorarlo.

Ciò potrà realizzarsi identificando le capacità di leadership che possono essere sviluppate dopo aver individuato quale modello di leadership si stia seguendo.

L’analisi critica dell’efficacia del proprio stile di leadership, coniugata alla rappresentazione cartesiana di Blake e Mouton, metteranno in evidenza le aree più deficitarie rivelando, altresì, quelle abilità utili per un migliore posizionamento in griglia.

L’intervento potrà vertere sull’approccio alle “persone” (con una comunicazione più efficace o guidandole nella crescita professionale) oppure sulla “produttività” (con una migliore programmazione delle attività/capacità decisionale o di monitoraggio dei progetti in itinere).